domenica 31 gennaio 2010

Coccole gastronomiche ...

Risotto crescenza e carciofi

La domenica spesso in casa mia scorre lenta e avvolta da un alone di torpore, sia d'estate che d'inverno. Di solito la mattina mi alzo tardi, mi leggo un libro o faccio un po' di zapping su sky; mi scambio messaggi con gli amici su facebook e medito a lungo se uscire o no. Queste giornate grige e le temperature ostili non aiutano di certo, quindi spesso mi rintano nella mia piccola magione e mi coccolo un pochino cucinandomi qualcosa di particolarmente sfizioso e nuovo come questo risottino cremoso trovato sfogliando quel prezioso libro comprato in un supermercato circa due anni or sono. Parlo di "Cucina facile e veloce" della Food Editore, un libro ben fatto e ben illustrato, le ricette poi sono azzeccatissime sia nelle dosi che negli ingredienti, devo dire uno di quei pochi acquisti di libri di cucina ben riusciti ... Ho solo variato un' ingrediente, ho sostituito il burro con l'olio perchè secondo me con i carciofi era più indicato ....
Risotto con Crescenza e Carciofi

Ingredienti (per 3/4 persone):
320 gr di riso per risotti
4 carciofi
100 gr di crescenza
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
100 ml di olio
1/2 scorza di 1 limone non trattato (piccolo)
1 scalogno
1 rametto di timo
brodo vegetale (qb)
sale/pepe

Tritare finemente lo scalogno e farlo soffriggere nell'olio. Aggiungere il riso e tostarlo a fiamma alta per qualche minuto. Allungare con il brodo poco a poco e abbassare la fiamma. Intanto pulire i carciofi eliminando le foglie esterne, spuntarli e ricavarne il cuore con un coltellino affilato. Tagliarli finemente e aggiungerli subito al risotto. Tritare il timo insieme alla scorza di mezzo limone (piccolo) grattugiata e aggiungerla al riso. Continuare la cottura allungando con il brodo caldo. Al fine mantecare con il parmigiano e la crescenza, aggiustare di sale e pepe e impiattare.

martedì 26 gennaio 2010

Alla ricerca di sapori perduti nel tempo ...

pan carrè

Finalmente ho trovato il tempo per poter aggiornare il mio blog ... tra impegni vari tra i quali lo studio per questo stramaledettissimo concorso interno che mi porta via energie e mi consuma lentamente anche l'unico neurone rimasto, ci si è messo anche un piccolo malessere stagionale che per fortuna si è risolto in un paio di giorni ... comunque, il tempo restante è veramente poco e dedicarlo solo alla cucina mi pare un delitto, non trovate?? Anche se il tempo non aiuta perchè fa freddo, il cielo è bigio e a dirsela tutta si sta bene solo sotto il piumone, ma non ho tempo per potermi concedere quasti lussi .... ordunque arriviamo alla ricetta .... Quando ho adocchiato questo pane nel blog di "Carolina" ho subito copia-incollato la ricetta nel mio notes virtuale promettendomi di replicarla al più presto possibile, a dirla tutta è da un po' che cerco una ricetta del genere in quanto non amo molto il pane a cassetta industriale ma adoro i toast e i tramezzini quindi il suddetto "quasi-cartonato-pane" purtroppo non manca mai nella mia dispensa .... Ho dei ricordi bellissimi della mia vacanza studio in inghilterra risalenti oramai all'estate del 1987; la mia padrona di casa abitualmente mi preparava il classico pocket-lunch con il pan carrè fatto con le sue manine, era buonissimo!! Io l'adoravo e non vedevo l'ora che arrivasse il pranzo per poterlo mangiare, si perchè la donnetta me ne concedeva 2 sole fette in tutto l'arco della giornata, nemmeno fosse stato rivestito di foglie d'oro, la megera per giunta non mi ha mai voluto mollare la ricetta e quindi rincorro quel sapore da ben 23 anni!! Poi un giorno è arrivata e proprio come ha detto Carolina me ne sono subito innamorata. Ho ritrovato quel sapore, quel profumo quei pocket-lunch deliziosi alla facciaccia di quella megera britannica!!! E' proprio vero che la vita delle volte ti riserva delle sorprese come dire ... sorprendenti!!! ^__^
Fatelo, non ve ne pentirete!!!! E grazie Carolina, copio incollo la tua ricetta perchè è perfettissima così come è, enjoy!!!

pan carrè

Pan Carrè "Home Made"

Ingredienti:
1/2 kg di farina "0"
200 g di acqua
100 g di latte
10 g di sale
20 g di zucchero
20 g di lievito di birra
70 g di burro (morbidissimo)

Sciogli il lievito nell'acqua e nel latte tiepidi. Unisci la farina setacciata, lo zucchero, il sale e lavora bene l'impasto. Alla fine unisci il burro (morbidissimo) e lavora benissimo l'impasto con forza finché non si staccherà dalle mani.
Fai lievitare per un'ora coperto con della pellicola.
Imburra lo stampo. Metti l'impasto nello stampo (senza rimpastarlo!) e dagli la forma dello stampo. Fai lievitare per circa 40 minuti.
Cuoci a 200° gradi per 40 minuti nella parte bassa del forno (in modo che il calore arrivi dal basso).

giacinto

Vi presento il mio Giacinto, uno dei pochi fiori rimasti in vita dopo le copiose gelate che hanno devastato le piante del mio terrazzo ... mi sembra abbia una buona cera, non trovate??
Baci baci!!! ^^

mercoledì 20 gennaio 2010

Muffins mania!!!!!

muffin d'alpeggio
Facendo riferimento all'articolo precedente dove scrivevo (anche un po' amareggiata) che il mio periodo detox era giunto al termine, ho sperimentato lo scorso week end questi muffin salati dal sapore deciso ... ho combinato dei prodotti d'alpeggio con una ricetta presa da un cake salato fatto qualche tempo fa (lo potrete trovare QUI), e mi son detta, proviamo! Risultato? Più che soddisfacente!! E visto che la raccolta di Mara "Muffins Mania" è ancora aperta perchè non partecipare?? Ecco fatto, Mara, sono tutti tuoi!!! ^^
muffin d'alpeggio
Muffin "D'Alpeggio"

Ingredienti:
3 uova
100 ml di latte
100 ml di olio di semi
300 gr di farina 00
120 gr di carciofini sott'olio (io ho adoperato i carcioghiotti perchè più saporiti)
120 gr di speck in una fetta (o più fette) grossa
120 gr di fontina
50 gr di parmigiano grattugiato
erba cipollina secca (qb)
1 bustina di lievito istantaneo per pizze e focacce
sale/pepe

In una terrina sbattere le uova con il sale e il pepe. Unire prima il latte e poi l'olio a filo. Mescolare. Aggiungere la farina setacciata. Tagliare a dadini lo speck, la fontina e aggiungerli all'impasto. Scolare bene i carciofini e strizzarli se occorre, tagliarli a dadini e aggiungere anche questi al composto. Mescolare bene. Unire il parmigiano grattugiato, l'erba cipollina quanto basta, e la bustina di lievito istantaneo, mescolare il tutto e trasferire negli appositi stampini da muffin precedentemente imburrati e infarinati. Non riempirli del tutto mi raccomando!! Infornare a 180° (forno preriscaldato) per 40' circa (forno ventilato).

sabato 16 gennaio 2010

Tempo di saldi? Devo andare dal dottore ...

crocchette di pollo al sesamo

Ecco ... diciamocelo .... il periodo light-depurativo è già giunto al termine ..... in questi giorni, costanza: zero! Per non parlare poi dei buoni propositi di inizio anno che abitualmente si fanno tipo smettere di fumare, smettere di litigare, smettere di cercar rogne, mettersi a studiare in anticipo per il concorso (però qui sento di essere un pochino giustificata in quanto non credo che un'essere umano, sano di corpo e di mente, abbia voglia di mettersi a studiare , se non altrimenti costretto sotto minaccia, tutta la riforma Br....ta, ohi ohi, vedete? Non riesco nemmeno a pronunciare il suo nome!!) essere più tollerante verso la stupidità del genere umano (compresa la mia), spendere il giusto durante i saldi (questa poi!!). A tal proposito ritengo che dovrei stare rinchiusa in una caverna circondata dal gelo e dalle nevi con fuori a fare da guardia un mastodontico T-Rex (tipo "the ice age") fino a primavera per poi sbocciare di nuovo, come un fiore bello rosa e profumato e ricominciare a vivere, ad abbracciare il prossimo, a sorridere di una beata ignoranza ma soprattutto a ristrusciare quel tesserino magnetico colorato con tutti quei numerini così bellini, quel tesserino che entra ed esce così frequentemente dal mio portafoglio, consunto ma sempre a me prezioso (ma soprattutto caro!!) Ok, i saldi mi/ci fanno male. Ho una personale teoria al riguardo che da bambine, a noi femmine, ci hanno impiantato un microcip nel cervello, una bestiaccia insidiosa che si accende spontaneamente agli svincoli delle tangenziali per raggiungere gli outlet, davanti a centri commerciali, mercatini all'aperto, vie pullulanti di negozi di ogni genere, davanti all'Ikea!! E anche a casa, si! Li mortacci di internet e di quello che ha inventato e-bay!!! Nel periodo dei saldi poi non ne parliamo, l'esserino è acceso continuamente, 24 ore su 24, anche di notte 3 mesi di seguito, dico, 3 MESI!!! E per ben 2 volte l'anno!!! E' una patologia secondo voi o un complotto? Sono straconvinta di essere affetta da una patologia o vittima di un complotto, quindi sono giunta alla conclusione che ... "femmine di tutto il mondo uniamoci" e combattiamo questo morbo/congiura!! Dobbiamo scoprire la verità, dobbiamo ribaltare la situazione, dobbiamo smascherare questo terribile complotto di sicuro partorito nei piani alti, dai verticiti dei governi industrializzati di tutto il mondo!!
Tempo di saldi????? Forse è meglio che vada da un dottore ... e da uno bravo!!!
Buon week end spendereccio fanciulle!!!! ^__^

crocchette di pollo al sesamo

Bocconcini di Pollo al Sesamo

Ingredienti:
350 gr di petti di pollo
1 uovo
50 ml di latte
60 gr di farina 00
40 gr di semi di sesamo
olio per friggere (qb)
sale
succo di limone

Sbattere l'uovo con il latte e un pizzico di sale, a parte mescolare la farina con i semi di sesamo. Tagliare a pezzettini il petto di pollo, passarli prima nell'uovo e poi nella farina. Scaldare l'olio in una padella e quando è ben caldo friggetevi il pollo. Asciugare i bocconcini trasferendoli in un vassoio ricoperto di carta assorbente, salarli, irrorarli con un pochino di succo di limone e servirli accompagnati da una semplice insalata di songino.
Ricetta "molto easy" presa (e leggermente modificata dalla sottoscritta) dal libro "Cucina facile e veloce" Food Editore

martedì 12 gennaio 2010

Contest, iniziative benefiche e ricetta più o meno light

cup of tea

-"Aridagliene con la vecchiarda e col tè"-
Direte voi ... ebbene si, vi stò tediando lo so ma viste le non molte adesioni al contest e la data della scadenza che si avvicina, io e il Signore del tè abbiamo deciso di prorogare la data fino al 28 febbraio 2010 ... Ora, non so cosa abbia frenato la vostra voglia di partecipare, quando ho lanciato questa iniziativa mi sembrava di aver raccolto il favore di molti, in tanti avevano detto di partecipare, ma di ricette ne son state viste poche ... forse le vacanze di natale vi hanno impegnato con altre ricette, forse è tempo di detox (anche se da molti blog non mi sembra) forse ci sono dei problemi sulla credibilità dei contest a premi (posso capire dato che in questi giorni si è scatenato un putiferio in merito ..) o forse non vi interessa e basta, comunque a chi è ancora interessato è rivolto questo messaggio ... 28 febbraio 2010.
Ma per ritornare ai contest, ve ne voglio presentare uno che è anche un' iniziativa benefica molto bella e interessante ... Sono stata contattata da un membro dello staff dell' Alenis Srl che come marchio ha NERONERO che si occupa della distribuzione a livello europeo di macchine per caffè, cialde, ecc... stanno organizzando un'iniziativa di beneficenza a sostegno di Chefs Sans Frontieres, un'associazione senza fini di lucro che ha come scopo il recupero dei ragazzi di strada per poi poterli dare un mestiere duraturo, in sostanza l'intento di CSF è quello di aprire ristoranti in giro per il mondo in modo da poter insegnare e dare un lavoro a questi poveri ragazzi dandogli la possibilità di rifarsi una vita ... Quindi perchè non partecipare???
Le 50 ricette migliori saranno raccolte in un libro il cui ricavato verrà totalmente devoluto in beneficenza, per poter partrecipare basta mandare una o più ricette a questo indirizzo e-mail: ricette(at)neronero.it entro e non oltre il 30 aprile 2010. La mail deve presentare come oggetto "premio miglior ricetta" e la preparazione della stessa deve prevedere l'utilizzo del caffè ... tutto chiaro??
I premi per le miglior ricette sono:
  • 1° premio: macchina caffè EP 800 / LB 800 (a scelta) + 500 cialde Lavazza;
  • 2° premio: buono sconto del 90% sulla macchina caffè LB 800 + 300 cialde Lavazza Blue;
  • 3° premio: 300 cialde Espresso Point;
  • Per le prime 3 ricette: inserimento nei menu dei ristoranti Chefs Sans Frontières;
  • Per le prime 50 ricette: pubblicazione su libro, con ricavato donato in beneficenza.
Ma su questo argomento ci tornerò sopra al più presto ovvero appena mi verrà in mente una ricetta ideata e elaborata per tale scopo ..
Infine passiamo alla ricetta, una ricetta semplice semplice ma molto risolutiva e volendo nemmeno troppo "incisiva sul punto vita" specialmente se la si mangia come piatto unico, se si aggiunge poco olio e se si accompagna ad una semplice insalata di songino....

frittata di patate

Frittata di Patate e Groviera

Ingredienti:
3 patate di media grandezza
4 uova
70 gr di groviera
olio-sale-pepe

Sbucciare le patate e tagliarle a fettine sottili. Friggerle in pochissimo olio. Ne frattempo sbattere le uova con il sale e il pepe, aggiungere il groviera precedentemente grattugiato grossolanamente. Mescolare. A cottura patate ultimate, trasferirle in una padella antiaderente con l'aggiunta di pochissimo olio (potete a questo punto anche non metterlo), aggiungere il composto rimanente e far finire di cuocere possibilmente senza girare la frittata

frittata di patate

sabato 9 gennaio 2010

Detox

insalata gialla

Dopo giorni e giorni di ingozzamenti, il tempo inclemente che non ci concede neanche una bella passeggiata per smaltire, le palestre chiuse e scuse varie ed eventuali (come queste ad esempio ^^ ...) per aprire e chiudere il frigo, concediamoci una piccola pausa detox ...

insalata gialla

Insalata Gialla Vitaminica

Ingredienti:
1 grossa carota
mezza tazza di mais
1 arancia non trattata
scorza di arancia fatta mezza a pezzettini e mezza a striscioline
1 cespo di radicchio rosso
aceto di umeboshi
olio

Tagliare la carota a dadini e farla sbollentare in acqua salata per 5' circa. Metterla in una scodella, aggiungere il mais e la scorza di arancia tritata. Lavare e poi spellare l'arancia a vivo togliendo anche la pellicina che ricopre lo spicchio. Mondare e pulire l'insalata, tagliarla a striscioline e aggiungerla nella scodella, di conseguenza l'aceto di umeboshi (qb) NON aggiungere sale perchè questo aceto è già molto salato di suo, infine un filo d'olio. Mescolare e servire con al top le striscioline di buccia di arancia.

lunedì 4 gennaio 2010

Chi ben comincia .....

2009

Eccoci arrivati ai primi giorni dell'anno nuovo ... Se proprio devo fare un bilancio questo sarà sicuramente in positivo ... Non che sia successo qualcosa di estremamente eclatante ma tutto sommato è stata una annata tranquilla dove ho raccolto i frutti di quello che avevo seminato nell'anno precedente ... il 2008 è stato prevalentemente caratterizzato da grandi cambiamenti in positivo, sia sul piano lavorativo che su quello affettivo quindi nel 2009 ho vissuto come si suol dire un po' di rendita ... Ho concretizzato tante cose, desideri e sogni ed è stato soprattutto il supporto degli amici a rendere possibile tutto ciò, inoltre scoprire alla mia età di esser diventata una persona migliore non ha prezzo!! Il sostegno dei familiari nella nascita di grandi e piccoli progetti è stato fondamentale per non parlare poi di un ambiente lavorativo che ha migliorato la qualità stessa nonchè il mio stile di vita ... Quindi spero con tutto il cuore che il 2010 sia altrettanto proficuo, interessante e pieno di belle sorprese cosa che auguro anche a tutti voi ....
Ma parliamo ora del nostro argomento preferito, ovvero di cucina che ultimamente mi sta dando molte soddisfazioni ... In questi giorni passati caratterizzati perlopiù da bagordi culinari non si puo' certo dire che il frigo piangesse miseria, ad oggi straripa di avanzi, da dolci a salati e il pericolo "chiletto di troppo" è proprio dietro l'angolo quindi la parola d'ordine è smaltire smaltire smaltire si, ma gli avanzi!!! Prima finiscono le cibarie, prima si riprende un'alimentazione sana e moderata .. e poi non si può mica buttare via tutto quel ben di dio??? No??? Quindi tra tutto quel mare di frutta secca che in pochi hanno mangiato ho afferrato al volo la ricetta dei "Bon Bon al cioccolato e frutta secca" di mio padre e siccome mi sentivo un po' povera di calorie ho accompagnato queste deliziose palline con una bella cioccolata bianca calda speziata alla cannella e vaniglia .... ^___^

Bon Bon al cioccolato e frutta secca

Bon Bon al Cioccolato e Frutta Secca

Ingredienti:
130 gr di fichi secchi senza picciolo
130 gr di mandorle
130 gr di zucchero
30 gr di cioccolato fondente
30 gr di arancia candita
4 cucchiai di acqua

In una pentolina e a fuoco basso far sciogliere lo zucchero nell'acqua fino a far diventare il composto denso e sciropposo. Appena lo zucchero si è sciolto toglierlo dal fuoco. Nel frattempo tritare nel mixer i fichi secchi, le mandorle, il cioccolato precedentemente fatto a pezzettini e l'arancia candita. Appena lo sciroppo si è intiepidito buttare il resto del composto tritato, giarare. Formare con le mani delle piccole palline da adagiare in piccoli pirottini ...

cioccolato bianco aromatizzato alla cannella

Ciccolata bianca calda e densa aromatizzata alla cannella e vaniglia

Ingredienti:
150 gr. di cioccolato bianco
500 ml. di latte intero
1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
1/2 cucchiaino di cannella
2 cucchiai di amido di mais

In un pentolino antiaderente sciogliere il cioccolato nel latte, aggiungere la vaniglia e la cannella, mescolare. In un bicchiere sciogliere i 2 cucchiai di amido di mais in poco latte e aggiungere a filo al resto del composto. Quando si sarà sufficentemente addensata versare ben calda nelle tazze.

p.s.: un ringraziamento speciale va alla Fatonza e alla Tattina, che dopo anni ed anni di cupo minimalismo mi hanno trascinato nel loro mondo fatto di tutti i più bei colori dell'arcobaleno .... alle mie colleghe creaTTive, ai miei più cari amici ed a una persona speciale, (sei speciale fattene una ragione!!!) ^__^